Marco Gentili per l'Associazione Coscioni

03/12/15 Intervento Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

CONFERENZA STAMPA
in occasione della

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

Senato della Repubblica, Sala Nassirya di Palazzo Madama in Roma
Giovedì 3 dicembre 2015 – Piazza Madama 11

Buongiorno a tutti,

prendo parte a questa Conferenza ringraziando la stampa per la sensibilità che, con la presenza, sta dimostrando al tema che coinvolge la vita di molte persone.

Ringrazio gli organizzatori di questa giornata e Fai Notizia – format d’indagini distribuite da Radio Radicale - per l’opera d’inchiesta realizzata sull’accessibilità in vista dell’imminente Anno Santo della Misericordia, indetto da Papa Francesco.

Come si nota, sperimento ogni giorno le difficoltà legate ad una vita limitata dalla malattia e quindi sono testimone “sulla mia pelle” di ciò che comporta il fatto di non agire per migliorare il livello di accessibilità e fruibilità degli spazi pubblici.

Oggi si sente spesso parlare di barriere architettoniche sui giornali, in TV e alla radio, anche sui maggiori network appaiono post in materia, eppure nella vita reale molte persone devono ancora scontare la scarsità di interventi a livello locale che possano facilitare la vita quotidiana di chi non gode di perfetta autonomia e deve dunque spostarsi tramite specifici ausili.

Purtroppo so bene cosa significhi non poter entrare in un edificio non a norma oppure visitare una città non accessibile, dove una persona con disabilità non sembra aver il diritto di poter fare il turista o più semplicemente essere cittadino attivo.

Essendo impegnato su vari fronti politici e sociali mi ritrovo spesso in giro per il bel Paese per (convegni, meeting, incontri, conferenze, vertici e briefing), insomma appuntamenti,  e vi assicuro che trovare delle strutture alberghiere ricettive per pernottare è un’impresa titanica, infatti la criticità maggiore riscontrata non è tanto riferibile alla funzionalità della camera quanto quella dei bagni, spesso carenti di docce antiscivolo e seggiolini, di lavabi sospesi, ergonomici, con bordo anteriore concavo o di semplicissimi maniglioni orizzontali per la zona bagno. Si è fortunati se la camera è collocata a piano terra, altrimenti usufruire di ascensori spesso con dimensioni non idonee implica una serie di manovre e sovrapposizioni, quando va bene!

Nella mia esperienza in ambito di politica locale (inoltre) ho conosciuto numerosi casi che hanno riguardato i cittadini disabili e approfondito politiche in atto ad ogni livello, che mi hanno poi indotto a scendere in campo, per prendere parte alle discussioni, alla disamina degli aspetti critici e tentare di cambiare lo stato delle cose. In primis perché affronto gli ostacoli architettonici molto spesso, in secondo luogo perché sono un Consigliere comunale della città di Tarquinia, delegato alle politiche per i disabili.

A tal proposito, vorrei parlarvi quest’oggi delle difficoltà che ho vissuto nel sensibilizzare l’amministrazione comunale di Tarquinia sull’importanza di adottare i PEBA. Un risultato che sembrerebbe giunto quasi al traguardo e che ha impiegato anni di battaglie e fatiche. Non è un caso che la delibera della Giunta comunale datata 29 ottobre 2015 sia arrivata a tre anni dal mio insediamento. Aspettiamo l’incarico effettivo da parte dell’ufficio preposto per constatare che i miei sforzi non siano stati vani.

Concludo sperando che grazie alla nuova app per smartphone  ”no barriere” che consente di segnalare barriere architettoniche e ricevere aiuto per abbatterle, promossa dalla nostra Associazione, si possa incidere maggiormente sulla sensibilità ed eticità del singolo cittadino, spinto così alla denuncia immediata di tutte quelle innumerevoli barriere presenti su tutta Italia.

Con la nuova App, appena uscito,  mi recherò a pochi metri da qua ad immortalare l’inaccessibilità – sempre che ancora sussista -  con mancanza di scivoli per i portatori di handicap per accedere alla nuova isola pedonale di Piazza Navona.

Un saluto, grazie ancora e buona giornata.

Il Co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni,
Marco Gentili

03
dic 2015
Categorie

Interventi

Commenti Nessun commento