Marco Gentili per l'Associazione Coscioni

Il Teatro di Villa Torlonia ricorda Piergiorgio Welby

Ieri, nel Teatro di Villa Torlonia, dopo anni di recupero, a Roma ma più specificamente in Via Spallanzani, con il  patrocinio di Roma Capitale e della Commissione Legalità e Diritti del comune capitolino, ho assistito all’autoritratto di Piergiorgio Welby. Tratto dal suo libro “Ocean Terminal”  e messo in scena  dall’attore Emanuele Vezzoli. Un appuntamento in  un luogo che rappresenta un unicum di architettura dell’Ottocento italiano e aperto proprio nel lontano 1876.

Ebbene, dopo anni di inattività e dopo la sua riapertura, effettuata grazie al Sindaco Ignazio Marino nella giornata Musei e Musica dello scorso 7 dicembre, per ricordare Piergiorgio Welby nella data esatta e dopo sette anni della sua morte, o per meglio dire dalla sua liberazione, è stato offerto al pubblico romano uno spettacolo per far conoscere ancora di più la personalità umana di scrittore, artista e politico. Le parole di Welby, assemblate dal suo libro postumo, hanno reso la commemorazione ancora più viva e sentita.

Attraverso Radio Radicale è possibile riascoltare il dibattito conclusivo su Piergiorgio Welby.

Uno spettacolo partito da Roma, che desta profonde emozioni e che prossimamente girerà l’Italia portando in alto il vessillo della sua voce e della sua campagna. Proprio dopo il deposito dello scorso settembre presso la Camera dei Deputati di circa 67.000 firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione  dell’eutanasia: la battaglia iniziata  proprio e grazie a Piergiorgio. Prossimamente sul sito della nostra Associazione tutti i luoghi e le date degli spettacoli. Non perdertelo! Un piccolo assaggio tratto da YouTube.

Lascia una risposta